Mauro Finetto

Il molto promettente italiano ha subito un rallentamento nella sua carriera, ma ora sembra essere tornato al top!

Egli è ora 28 anni, ma nel 2012 ha trascorso un anno in sella alla sua mountain bike e non sulla strada. Prima di allora aveva alcune prestazioni impressionanti:-

2008

4th – Tre Valli Varesine

3rd – Trofeo Melinda

3rd – Coppa Placci

9th – Giro di Romagna

5th – Memorial Cimurri

8th – Giro del Lazio

4th – Coppa Sabatini

6th – Giro di Lombardia

2009

1st – Hel van het Mergelland

1st – stage 1 of the Tour of Turkey

Dopo che ha perso la sua strada un po ‘, ma dopo il suo stint fuori strada era di nuovo al suo brillante meglio la fine del 2013. I suoi risultati inclusi:-

5th – stage 1 of Lombarda

2nd – stage 3 of Lombarda and 9th overall

8th – GP Costa Degli Etruschi

7th – Milano-Torino

5th – Coppa Sabatini

7th – Giro dell’Emilia

Egli sarà uno dei team leader per Yellow Fluo e deve cercare di continuare la sua buona forma sulle salite. E un breve finisher e fa bene nelle volate, quando i velocisti puri non ci sono più.

Ecco l’intervista che ho fatto con Mauro:-

Hai avuto un finale di grande successo per la stagione 2013, con 9 primi 10 piazzamenti. Come valuti la tua stagione 2013?

Si,diciamo che nel finale di stagione sono riuscito a dare il meglio,ma direi che valuto più che positiva tutta la seconda metà di stagione visto che dal campionato italiano (fine giugno) in poi sono sempre stato nel vivo della corsa. Veramente un peccato non essere riuscito a vincere.

L’inizio stagione invece è stato tormentato da parecchi problemi di salute,ma con l’arrivo del caldo mi sono divertito per molti mes;le corse si vincono o si perdono ma essere sempre davanti a giocarsele per me è fondamentale.

Si ride MTB nel 2012, quanto è stato difficile tornare sulla strada?

Direi che non è stato molto difficile,un anno passa velocemente e con la MTB mi sono tenuto attivo sia fisicamente che mentalmente;certamente qualche punto di handicap l’ho avuto.

Lei è stato molto sfortunato a perdere per Tsatevitch in Lombarda, la delusione stavi a non vincere?

Quel giorno volevo assolutamente vincere ero partito da casa per la settimana Lombarda con in testa quella Tappa,purtroppo ho fatto secondo,sarebbe stato veramente tanto bello tornare a vincere ma Tsatevich e il suo team sono stati più forti.

Le vostre abilità di arrampicata erano molto impressionante in Milano-Torino e Giro dell’Emilia, che tipo di tute da gara il migliore?

In quelle corse ho fatto delle buone prestazioni,direi che queste sono il tipo di corse per me,ancora meglio se l’arrivo fosse dopo la salita,in pianura,per far valere il mio miglior spunto veloce rispetto a uno scalatore puro.Mi piace molto anche il pavè.

Vi sarà uno dei principali leader per Yellow Fluo nel 2014, quanta fiducia fa questo vi darà?

Il mio compito non sarà molto diverso da quello che ho avuto quest’anno da metà stagione in poi,anche se partire già dall’inizio con i gradi di leader senza doverseli guadagnare strada facendo mi permetterà di focalizzare meglio gli obiettivi.

Quali razze si sarà rivolge nel 2014?

Noi team professional dobbiamo attendere gli inviti quindi è difficile segnare col pallino rosso le corse con mesi di anticipo,ma diciamo che Vorrei partecipare a più classiche possibili lungo tutta la stagione,sarebbe bello se arrivasse qualche invito per il  Belgio,dove voglio riscattarmi (quest’anno a Wareghem con bronchite ,a De Panne Dissenteria e per concludere Fiandre con la Febbre) e ovviaente giro d’Italia (sempre wild card permettendo).

Hai finito 2 ° con la maglia KOTM al Giro di Turchia, quanto è difficile vincere questa maglia?

Sarò sincero,non è per niente facile.Io avrei voluto portarla a casa quella maglia,ma il team Torku in quell’occasione era veramente in forma e tutto il loro team correva per questo obiettivo e io da solo non sono riuscito a fare molto.

Qual è Luca Scinto come come un DS?

A me piace, con lui riesci ad avere un rapporto diretto un vero motivatore,lui vive davvero per questo sport.

Quanto è stato difficile per il te e ai tuoi compagni di squadra quando Di Luca e Santambrogio sono risultati positivi?

Molto,io in prima personaci ho rimesso parecchio tra le tante cose  ho dovuto rinunciare al lombardia dove con tutta probabilità sarei stato con i migliori. Il team è stato ad un passo dal chiudere e tutt’ora non navighiamo in acque calmissime,ma grazie all’impegno di alcuni sponsor storici del team e al Team Manager Angelo Citracca anche quest’anno gli Yellow Fluo saranno in pista.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2014?

Voglio partire subito col piede giusto,ottenere qualche bel risultato in belgio (inviti alle corse permettendo) e poi proseguire la stagione sulle orme di quest’anno ma tornare ad alzarele braccia!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s