25 piloti da tenere d’occhio nel 2014 – Stefano Pirazzi

Stefano Pirazzi

Sembra strano per evidenziare un pilota che è l’attuale detentore della maglia KOTM al Giro, ma qui va!

Ha la reputazione di essere un pilota fuga pazza e lui era secondo al concorso KOTM al Giro nel 2012 ed è andato ancora meglio l’anno scorso, questo è stato un momento di enorme per se stesso e la sua squadra Bardiani CSF.

Ora, 26 anni, si può iniziare a guardare la prossima fase della sua carriera, un pilota GC.

Nel 2013 ha avuto due ottimi risultati ITT: era 2 ° ai Campionati Italiani, dietro Pinotti, e 8 al Tour of Britain.

Per essere un pilota GC dovete essere bravi a arrampicata e tempo-sperimentazione, e lui è!

Non aspettatevi un improvviso tentativo di un grand tour, ma una gara 1 settimana è ben entro le sue capacità.

Riuscirà a tentare di mantenere la maglia KOTM al Giro, ben leggere la sua intervista e decidere voi stessi!

Hai avuto un buon risultato complessivo del Giro del Trentino, finendo settimo. Si erano in rottura con Siutsou e Rolland sul palco 2, quando Siutsou ha vinto la tappa, e si aveva una grande battaglia con lui. Come contento eri con 7 ° nel GC?

Sì! E ‘stato davvero un buon Trentino, ho preso 3 primi 10 risultati in 3 fasi e ho mostrato che la mia forma era pronto per l’imminente Giro d’Italia.

Come orgogliosa doveste vincere la maglia KOM al Giro, soprattutto dopo aver terminato secondo nel 2012?

Con la squadra abbiamo fissato questo obiettivo in inverno e così ci siamo concentrati fin dai primi giorni del Giro per vincere la maglia azzurra. Non è stato facile tenerlo fino alla fine perché ho ​​dovuto usare tutta la mia energia per ottenere i punti e non ho avuto la possibilità di lottare per una vittoria di tappa. Comunque sono molto orgoglioso di diventare KOM del Giro d’Italia, è stato fantastico per me e la mia squadra.

La tua performance in ITT Campionati Nazionali, secondo, ha sorpreso molte persone, ti fosse stato lavorato in questa disciplina?

Quando ero sotto 23 ho sempre fatto buone prove a cronometro. Quindi ero fiducioso che grazie ad un percorso adatto per la mia abilità, vorrei ottenere un buon risultato e l’ho fatto. Quest’anno ho lavorato molto sul mio posizione TT e ho anche fatto una solida performance al Tour of Britain, quando ho finito ottavo contro alcuni dei più forti cronoman del mondo.

Con Pinotti ora in pensione, non avete voglia vostre probabilità di vincere il titolo nel 2014?

Non conosco il percorso del campionato ancora, ma ovviamente cercherò di vincere la maglia del prossimo anno.

Tu sei un brillante pilota ‘campo avversaria. Che cosa passa per la mente quando si continua a attaccare i compagni di fuga?

E ‘il mio modo di correre, ma so che se voglio iniziare a concentrarsi più sul finale e vincere, devo attaccare di meno. E ‘qualcosa su cui sto lavorando, non è facile, ma spero il prossimo anno di essere più rilassato e avere la pazienza di aspettare il finale per attaccare.

State entrando tuo primo come un ciclista. Vedremo si inizia a cercare di indirizzare il GC nelle gare?

Questo è il mio sogno e il mio obiettivo per i prossimi anni. Ho dimostrato che sto bene in ITT e anche sulle montagne, quindi il passo successivo è quello di essere competitivi nel GC.Prima di tutto voglio provare nelle gare brevi stage e poi in un grande tour, primo fra tutti il Giro d’Italia. Spero che in 2 anni per essere competitivi.

Il Giro ITT nel 2014 sarà un duro nei pressi di Barolo. Questo sembra essere un corso per voi. Potremmo vedere di indirizzare questa fase?

Ero lì quando hanno presentato il palco. Prima me e la mia squadra devo aspettare per l’invito ufficiale da RCS Sport, allora dovremo cominciare a studiare davvero bene ogni singola fase. Comunque questo ITT potrebbe essere adatto per me, ma devo aspettare e vedere la mia condizione in quel giorno.

Come ci si sente ad essere il “vecchio” della squadra a soli 26 anni?

Non ancora! Sono orgoglioso di far parte di una squadra giovane come questa. Ho veramente buoni amici qui e c’è anche una forte relazione con tutti i piloti e il personale. Modolo ha lasciato il team e ora “m il pilota con più esperienza. Spero di essere un buon esempio per i più giovani.

Che tipo di gare che si adatta meglio?

Mi piacciono le corse a tappe con lunghe salite, ma anche se sono davvero in ottima forma posso essere competitivo nelle corse di un giorno con ripide colline.

Vuoi essere cercando di difendere la maglia KOM al Giro, o si sarà rivolge il GC?

Non lo so. Come ho detto, l’anno scorso è stato un grande successo, ma per questa maglia non ho avuto l’energia per correre per una vittoria di tappa. Anche nel 2014 Giro, ci sono un sacco di arrivi in salita, quindi sarà difficile fare punti con attacchi precoci. Il mio obiettivo sarà quello di cercare di vincere una tappa di montagna e poi vedrà per il GC.

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2014?

Fai un altro passo di crescita e in grado di vincere la mia prima gara pro. Quindi provare a fare davvero un buon inquadramento nel corse a tappe brevi come Coppi e Bartali e il Giro del Trentino. Infine, naturalmente, di essere al mio meglio per il Giro d’Italia e fare una grande gara per il mio team, sponsor e tifosi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s